Viale Montegrappa 22, Grottammare / Corso Umberto I, n. 18, Civitanova Marche

L’importanza di dire “Grazie”

Importante! Imparare a ringraziare fa bene.

Quando le persone ci fanno un favore, quando interagiamo con il personale di un negozio,  con le persone addette a fornirci un servizio, nei posti dove ci si reca per avere delle cose che magari paghiamo, è bello dire “grazie” anche per qualcosa che ci è dovuto.

Dire grazie è molto più di una semplice espressione di cortesia; è un atto di gratitudine e la gratitudine  è un valore fondamentale, un bene essenziale per se stessi e per gli altri.

Dire grazie significa riconoscere, e quindi accettare, il fatto che si ha bisogno l’uno dell’altro e ricordare a noi stessi i nostri limiti e frenare la nostra presunzione.

Quando magari la nostra attenzione viene naturalmente attratta dagli elementi negativi che incontriamo quotidianamente, “ringraziare” promuove la  gratitudine, quell’abilità che, al contrario della paura o della tristezza,  è un sentimento positivo verso la vita ed aumenta la nostra sensazione di benessere, vitalità e la nostra tendenza a fidarci degli altri e ad aiutarli.

Sviluppare un forte senso di gratitudine porta grandi benefici, insegna a non dare niente per scontato. Si tratta di sviluppare una maggiore attenzione verso ciò che succede di positivo ogni giorno. Tutte quelle cose preziose che, purtroppo, tendiamo a dimenticare o a dare per banali.

Allenarsi a provare gratitudine può significare anche contrastare ogni giorno la nostra abitudine a  lamentarci.

La lamentela è un “colabrodo” che fa crollare l’umore e da solo fastidio alle orecchie.

Autore © Dott. Marco Forti. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy e Copyright.

Leave a Comment

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close