Viale Montegrappa 22, Grottammare / Corso Umberto I, n. 18, Civitanova Marche

Essere in guerra con se stessi: il perfezionismo patologico

Il continuo desiderio di migliorarsi è una sana spinta alla crescita personale, ma quando tale desiderio diviene esagerato si rischia un perfezionismo patologico
Ognuno di noi può avere una tendenza più o meno marcata al perfezionismo  e abbiamo tutti sperimentato almeno una volta quanto porsi obiettivi eccessivamente elevati rischi di peggiorare la nostra performance ponendoci in una condizione in cui rischiamo di sentirci emotivamente già perdenti e fallimentari in partenza.

Ci sono alcuni casi in cui il perfezionismo risulta essere un tratto particolarmente centrale e fondante l’equilibrio emotivo di una persona.

Il perfezionismo, può risultare un tratto molto marcato anche in persone eccessivamente ambiziose.

Spesso il perfezionismo in queste persone si manifesta, si potrebbe dire, “in positivo”: la preoccupazione dominante è quella  di arrivare sempre più in alto, di conseguire scopi e finalità sempre più alte  come una corsa che diventa sfrenata.

Il rischio è che ogni obiettivo non sia mai abbastanza, che si ricorra il successo continuamente senza mai riuscire a sentirsi realmente sicuri di sé. L’autostima molto fragile che si nasconde dietro l’apparente arroganza di alcune di queste persone rende regione del perché, quando i traguardi raggiunti possono crollare e il perfezionismo essere posto in discussione, ne possa conseguire una grave crisi personale e esistenziale, una crisi identitaria che sfocia facilmente in una depressione.

Lavorare su se stessi, in questi casi, è l’unica vera chiave per non auto distruggersi. La perfezione non esiste, non può esistere, e bisogna imparare a stare nel sentimento di impotenza di fronte all’imperfezione.

Dott. MarcoForti

Psicologo – Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale – Sessuologo & Esperto in EMDR

Leave a Comment

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close